domenica 23 gennaio 2011

WEEK END TRAILER EXTRAVAGANZA #8

SCREAM 4 di Wes Craven, 2011

Wes Carpenter, sul quale potete leggere stralci di un'analisi critica su uno dei miei siti di cinema dell'internet preferiti, e Kevin Williamson (che con Doson Crick m'ha rovinato la vita che io sono andato al DAMS perchè volevo fare i film come Doson Liry e quando Pesi gli ha rubato la ragazza m'è crollato addosso il mondo e ho mollato tutto) hanno di nuovo finito i soldi, i loro ultimi lavori fanno pietà quindi, come la buona vecchia hollywood insegna, niente di meglio che pescare a piene mani dal bidone delle idee già usate. Ecco allora il quarto capitolo di Scream, la saga horror alla quale [sarcasm/ON] siamo senza dubbio grati per aver scoperchiato il vaso di pandora del teen horror di fine 90's che ha regalato perle tipo So cos'hai fatto o Urban Legend [sarcasm/OFF] e che non nascondo, ai tempi del primo capitolo, m'era piaciuta abbastanza. Qui c'è un ritorno in gran spolvero di membri del cast originale tipo la coppietta David Arquette/Courteney Cox (che leggenda vuole si sian conosciuti proprio sul set del primo Scream, quanto romanticismo in tutto ciò) e Neve Campbell, che mi sa non la vedevo dai limoni duri con quella luridona di Denise Richards in quella zozzeria di Sex crimes - giochi pericolosi (fico il titolo italiano, eh?) la cui parte più interessante erano i suddetti limoni duri, aiutati dalla new entry Rory Culkin che sfoggia un bulbo davvero matto, da Adam Brody che poveretto comincia a farmi un po' tristezza dato che la sua carriera post The O.C. non vuole proprio saperne di decollare e da una carriolata di patata di qualità capitanata da Hayden Panettiere, che spero muoia male anche se difende i delfini, ma soprattutto dall'amore della mia vita Alison Brie. Ovviamente si va a parare sul metacinema pure a sto giro, roba che ad Abed gli esploderebbe la testa, io comunque me lo vado di sicuro a vedere assieme a mia sorella,  che quando abbiam visto Final Destination 2 a momenti ci cacciavano dalla sala tant'era sguaiato il LULZ.



PERFECT SENSE di David Mackenzie, 2011

Di Mackanzie ho visto solo Young Adam e non ne conservo un cattivo ricordo, sebbene le uniche cose che posso affermare con certezza sul film sono che ci recita Peter Mullan, che è uno che mi garba parecchio, e che a una certa c'è un twist (nel senso di colpo di scena eh, mica che si mettono a ballare). Dopo questo preambolo abbastanza inutile entriamo nel merito del trailer del suo nuovo film, una roba che mi mette abbastanza ansia, un'oppressione che lèvati, colpa di quella musichetta suonata col piano e della lentezza e del cupore delle immagini che rendono il senso di tragedia palpabile. La trama a quanto pare è: uno chef e una scienziata si innamorano e scoppia un'epidemia che colpisce le percezioni sensoriali delle persone. Brutte storie. Lo scienziato è Eva Green (che è da The Dreamers che mi tormenta senza tregua) mentre lo chef che a quanto pare si becca il brutto male è Ewan McGregor. Resta da capire se il film sarà più incentrato sulla storia d'amore come sembra o se in realtà è una strategia di quei diavoli degli omini del marketing per far colpo sulle sottane, in modo che rompano le palle ai propri fidanzati per andare a vederlo, mentre invece è un film di gente che sbiella con i cinque sensi che se ne vanno a ramengo, ipotesi che preferirei di gran lunga.



BROTHERHOOD di Will Canon, 2010

Se c'è una roba che considero da veri rincoglioniti sono le confraternite e tutto quello che gravita loro attorno, College Fuck Fest a parte, quindi non c'è niente di meglio di un film dove a quei babbi che aspirano ad entrarci, durante l'immancabile iniziazione, va tutto storto. E con va tutto storto intendo che son grossi cazzi da cagare. Nel cast a parte Lou Taylor Pucci (Pucci, hihihi ok, basta!) già visto in Carriers, che m'era tutto sommato piaciuto, non conosco una fazza che sia una, c'è Trevor Morgan che IMDb nella sua infinita sapienza mi dice aver recitato ne Il Sesto Senso ma buio totale. Forse faceva la gente morta. Comunque 'sto Brotherhood non pare male, bello teso e lascia ben sperare.


ATROCIOUS di Fernando Barreda Luna, 2010

Il primo film di Barreda Luna è un horror spagnolo girato in prima persona che sfrutta la menata del "materiale ritrovato". Mmm... che strana sensazione di déjà-vu. Richiami al piccolo gioiello di Balagueró e Plaza a parte e soprassedendo sull'ormai trito espediente narrativo, il trailer non par malaccio e gli internets giurano e spergiurano questo Atrocious (cazzo, certo che con un titolo così si son presi un bel rischio, in caso di flop sarà come sparare sulla Croce Rossa) sia il nuovo Paranormal Activity tanto fa cacare nelle braghe dalla paura. Vedremo.



BURNING PALMS di Christopher B. Landon, 2010

Christopher B. Landon ho appena scoperto essere nientemeno che il figlio, ma pensa te, di Charles Ingalls de la Casa nella prateria, ve lo ricordate? Sì che ve lo ricordate, io da piccolo lo odiavo perchè era un telefilm che piazzavano sempre in mezzo a roba che m'ingassava come una biscia tipo Il Falco della Strada, Manimal o Automan, smorzando inesorabilmente l'adrenalina e, ora lo so, probabilmente salvandomi la vita, perchè se al suo posto avessero messo, che ne so, Ralph Supermaxieroe, o Hardcastle e McCormick probabilmente sarei morto con la bava alla bocca, quindi nonostante ai tempi mi facesse schifo, ora lo ricordo con nostalgia. Quasi piango. Comunque, questo Burning Plain è una sorta di storia corale ambientata a Los Angeles e pare corrosivo e divertente. Pure il cast non è malaccio si va dal diversamente giovane Nick Stahl ad una sfuriata di belle figliole che parte da Paz Vega, passando per Zoe Saldana, Jamie Chung, Rosamund Pike per finire con la mai dimenticata, ormai Milfona, Shannen Doherty, KA-BOOM!



RUBBER di Quentin Dupieux, 2010

Questo è il trailer americano dei primo film di Dupieux, per gli amici Mr.Oizo, esatto, proprio quello di Flat Beat (pezzo che ci terrei a precisare è del 1999 ma ha un suono che ancora rompe il culo a parecchia roba che circola adesso, anche se io, ai tempi, m'ascoltavo prevalentemente Gorilla Biscuits, Chain of Strength e i loro amici dalla mattina alla sera e la roba elettronica la schifavo violentemente, non vogliatemene), guardatelo e ditemi se quest'uomo non è un fottuto genio!


Quando uno pensa che tutto sia già stato fatto, che tutto sia già stato detto, cosa ti salta fuori? Lo pneumatico killer! Il copertone assassino! E fa esplodere la fottuta testa alle fottute persone, ma che bomba è? Non posso guardarlo senza che mi si allarghi sulla faccia un sorriso a 32 denti! Da vedere SU-BI-TO!

BONUS:

CARS 2 di John Lasseter, Brad Lewis, 2011

Dei vari teaser che han buttato fuori i regaz di Pixar l'altro giorno, questo è senza dubbio è il più carino, anche perchè negli altri non succede una fava. Se comunque insisteste che li volete vedere lo stesso, sono qui.




THE ADJUSTMENT BUREAU di George Nolfi, 2011

Clip dello sci-fi thriller tratto da un racconto di dominio pubblico (affarone per i regaz di Universal) di Philip K. Dick, autore che siccome ho lasciato di la gli occhiali, non sto qui a dirvi quanto sia importante per la cinematografia contemporanea. Da quel che si intuisce il sapore è quello della fantascienza classica (non a caso il racconto è degli anni '50) e nel cast ci sono il buon vecchio Matt Damon, John Slattery (quella gran fazza di Roger Sterling) e, mamma mamma mia, Emily Blunt (mamma mia!)

 

PARANMANJANG di Chan-wook Park, 2011

Avete un iPhone 4? Avete 130.000 Dolla? beh, Park sì, e ci ha girato un corto di mezz'ora. Questo è il trailer.
E qui c'è il dietro le quinte.



GAME OF THRONES di David Benioff, D.B. Weiss, 2011

Corna al cielo ed headbanging furioso! Il nuovo teaser di una delle serie più attese dal sottoscritto, da aprile su HBO.



Sul sito di Entertainment Tonight hanno postato un dietro le quinte con interviste a Robert Downey Jr., Jude Law e Guy Ritchie, che se la ride proprio un sacco, sul set del sequel di Sherlock Holmes. Il primo non m'era dispiaciuto, onesta commedia action, anche se la cosa che ricordo con più entusiasmo è la scena dell'esplosione. Mai vista un'esplosione così! Quindi questo me lo andrò a vedere quasi certamente, ma l'unico Sherlock che aspetto con trepidazione è la nuova stagione di questo.



Nessun commento:

Posta un commento