domenica 20 febbraio 2011

WEEK END TRAILER EXTRAVAGANZA #12

Settimana nerissima questa. Non son riuscito a postare nulla, sconfitta personale non da poco, un po' a causa della mia disorganizzazione cronica, un po' a causa del lavoro che mi mette continuamente i bastoni tra le ruote e - trattiene un singhiozzo - soprattutto a causa della dipartita del mio computer che, dopo anni di onesto servizio, nella notte di giovedì, ha sputacchiato l'ultimo codice binario. La schermata nera è arrivata impietosa alle 2.00 antimeridiane circa, a nulla sono serviti i tentativi di ripristinare il sistema operativo inserendo l'apposito cd nel lettore. Nonostante i continui rantoli della ventola d'areazione, pare non abbia sofferto. Mi trovo quindi costretto ad utilizzare i computer del lavoro, non proprio performanti, ritagliandomi un po' di spazio tra un'incombenza e l'altra. In parole povere, una gran menata. (e in caso uno dei miei capi legga questa roba, ritratto tutto, parlerò solo in presenza dei miei avvocati, gente dai denti affilatissimi e incazzati come delle pantere! Ecco.)

THOR di Kenneth Branagh, 2011

Ad un paio di settimane di distanza dal superbowl teaser, sul canale youtube della Marvel è spuntato un nuovo trailer e niente, continua a non gasarmi. Certo, Chris Hemsworth che spacca la mug sassandola a terra m'ha fatto ridere ma m'ha fatto ridere anche il mostrone blu e, così a naso, non credo fosse una cosa voluta. L'idea di fare della Dennings il comic relief del film mi pare una scelta un tantinello buttata accaso, intanto perchè il suo personaggio è antipaticissimo, poi perchè io avrei puntato su una riedizione della meravigliosa scena di sesso di Black Swan (che, chevvelodicoaffà, è una bomba) sostituendola a Mila Kunis e facendole fare l'amore con la bocca alla Portman del mio cuore, che lei nel reparto bocca (e pure in quello fun bags) è parecchio più dotata,



APOLLO 18 di Gonzalo López-Gallego, 2011

Come ben sapete, a me, le robe dello spazio mi piacciono parecchio già da sole, tutte quelle stronzate di moduli lunari, tutone e assenza di gravità, mettici poi storie di missioni segrete non ufficiali ed è sicuro che l'hype verrà sparato nel cosmo come un razzo multistadio Saturn V. Gonzalo non ho la più pallida del dove sia sbucato ma questo suo trailerino, nonostante l'ormai abusatissimo valzer del materiale ritrovato, m'ingassa parecchio, pare proprio una malsanata a base d'infezioni aliene e presa ammale da isolamento nello spazio con relativo matto nella testa. E poi la tagline paga un sacco: There's a Reason We've Never Gone Back to the Moon (che poi, se proprio vi devo dire la mia, non è che sia troppo convinto ci siamo mai stati).



INSIDIOUS di James Wan, 2010

Wan (li mortacci sua) dev'essersi reso conto che nel primo trailer non si capiva una fava, ecco che ha ben pensato di gettarne in pasto all'internet uno nuovo. A parte l'idea abominevole del refrain INSIDIOUS IS INSIDIOUS (MACCOSA), che provate a ripeterlo in italiano e ditemi se non vi ribaltate a terra dal ridere, e la presenza al minuto 1.25 di Darth Maul, che chissà quanto han dovuto scucire a Lucas, per lo sfruttamento dei diritti d'immagine, potrebbe pure portarsi a casa il risultato. Ho detto POTREBBE. Da quel che si può intuire, Wan (li mortacci sua), se la gioca sull'accumulo di elementi totalmente random fino all'effettaccio da salto sulla sedia (file under: volume sparato da 0 a 10000 decibel in un millisecondo), mossa sgarbatissima che generalmente mi fa girare le palle ma che in qualche caso funziona (tipo in The Ring che ai tempi m'era garbato assai). Staremo a vedere, intanto c'è già chi ne parla bene, ma io dei cinque coltellini di Dread Central non mi fido più da un pezzo.



SOMETHING BORROWED di Luke Greenfield, 2011

Non so voi, ma io (chiedo scusa anticipatamente alle donne in ascolto, non sono avvezzo ad atti di violenze di questo tipo ma guardatevi il trailer e sappiatemi dire) a Ginnifer Goodwin la prenderei a pugni in faccia che a confronto Casey Affleck a Jessica Alba ha fatto due carezze. Cioè dai guardatela, con quella faccetta da carlino, sempre a fare la vittima. Insopportabile. E poi Ginnifer che cazzo di nome è? Mah, ad essere sincero, in questo trailer è proprio tutto insopportabile, roba da buttare chiunque ha partecipato al film in un tritacarne, a partire dal produttore fino all'ultimo stagista, per poi travasare la poltiglia in fusti da caricare sul razzo multistadio Saturn V col quale viene sparato nel cosmo l'hype per Apollo 18. Ecco, è tutto quello che ho da dire su questo trailer.


BONUS:
SOURCE CODE di Duncan Jones, 2011

Del film di Jones avevo già parlato, l'hype è a livelli da acceleratore di forza centrifuga ad 9G, e questa è una nuova clip! 


TAKE  ME HOME TONIGHT di Michael Dowse, 2011

Dopo il meraviglioso videoclip di settimana scorsa, sbucano un paio di nuove clip, la storia del moonwalker m'ha cappottato. Questo film profuma di vittoria.




SUCKER PUNCH di Zack Snyder, 2011

Sulla carta questa nuova fatica di Snyder dovrebbe gasarmi a bomba, mica come quella roba dei gufi, ma in realtà tutto quello che ho visto finora mi lascia abbastanza tiepidino. Sembra il regno del green screen e della ramdomness. Poi boh, magari al cinema m'esplode la testa eh, ma per il momento m'ammoscia parecchio. Questi sono un paio di TV Spot.




BATTLE LA di Jonathan Liebesman, 2011

Di questo se n'è ampiamente parlato senza per nulla nascondere che lo stia aspettando scalciando e sbuffando come un toro. Da noialtri poveretti arriverà il 22 aprile e s'intitolerà World Invasion. Vabbè, ci può pure stare come anche no. In ogni caso per farmi aumentare la fotta han buttato fuori questo TV Spot.

Nessun commento:

Posta un commento