domenica 10 aprile 2011

WEEK END TRAILER EXTRAVAGANZA #19

MELANCHOLIA di Lars Von Trier, 2011

Trailer del nuovo film di Von Trier, personaggio al quale da 'ste parti si vuole parecchio bene, uno di quei trailer dove ce se capisce e non ce se capisce, io personalmente n' c'ho capito un cazzo, però pare interessante. Certo il cast capitanato da Kirsten Dunst, che è tanto bellina quanto cagna, sembra all'insegna della randomness più totale ma vabbè, chissene, i film di Von Trier li si va a verdere a prescindere.



CRAZY, STUPID, LOVE. di Glenn Ficarra e John Requa, 2011

Chiuso il lungo sodalizio con Picone (questa è pessima ma praticamente s'è scritta da sola), Ficarra e il suo nuovo socio Requa dirigono il secondo lungometraggio dopo I love you Philip Morris, presente? Quello che da noi hanno sapientemente intitolato Colpo di fulmine: il mago della truffa (MACCOSA), dove presumo la truffa del titolo fosse quella perpetrata dai distributori italiani ai danni del pubblico pagante, visto il vergognoso tentativo di spacciare il film per la solita commedia con Jim Carrey che fa le faccette e casca per terra, glissando alla grande sulla storia homo con Ewan McGragor al centro del film. Cosa centra tutta 'sta manfrina con Crazy, stupid, love? Un bel cazzo di niente ma ancora mi rode e ho il dente avvelenatissimo. Questa nuova pellicola, se anche da quel che si può intuire non ha la più originale delle trame, ha un cast venuto giù direttamente dalla luna, roba che proprio vai a colpo sicuro con un filo di gas e se sbagli vuol dire che il cinema non è proprio il tuo mestiere. Già Steve Carrell che si butta dalla macchina, sarà che sono totalmente ritardato, mi fa riderissimo, come se non bastasse c'è pure Emma del mio cuore che lei proprio la seguirei anche all'inferno. Ficarra e Requa, se questo non lo portate a casa siete dei poveri.




Guarda Charles, non me ne volere, ne Gli Intoccabili eri una bomba ma questa è merda che non tocco nemmeno con un bastone pungolato lungo cinque metri.




Fantastica l'idea di girare, a distanza di cento anni, il sequel di un film che mi son ben guardato dal vedere ma che con il suo 33% al Pomodorometro sembra davvero esser stato una bella bomba! E poi questo trailer è talmente bello che mi s'è gelato il sangue dall'imbarazzo, fighissimo, non vedo l'ora esca per non andare al cinema a vederlo!




Emmerich è uno di quei registi che sarei bel lieto di vedere tutto sporco in da la fazza e puzzolente di piscio a chiedere monetine davanti a un supermercato. Giusto per farvi capire quanto mi può interessare questo suo nuovo film blah blah blah su Shakespeare che in realtà in vita sua non ha mai scritto un tubo ma ci ha presi tutti quanti per il culo blah blah. E Roland, è inutile che cerchi d'intenerirmi usando Everything in it's right place dei Radiohead, tanto mi stai sui coglioni uguale. Tra l'altro ci sta pure di merda. Tiè.




Lo so cosa state pensando, una storia di fratelli che si menano, lo spettro della dipendenza da sostanze, conflitti familiari, roba che insomma, non è che mancasse da troppo sui nostri schermi. In effetti mica posso darvi torto, fatto sta che a me tutta 'sta faccenda prende bene. Prima di tutto perchè i due fratelli sono Tom Hardy, quello di Bronson, film che se non l'avete visto fossi in voi correrei a quattro zampe a recuperare, e Inception, che se non l'avete visto non so proprio cosa cazzo abbiate che non va, e Joel Edgerton, uno dei miei australiani preferiti, che con quella bomba di Animal Kingdom e con quella perla di The Square (diretto da suo fratello, altro regaz dei migliori) è entrato nel mio cuore forevah, poi perchè c'è Jennifer Morrison chettelodicoaffare e poi perchè a rappresentare la dipendenza da sostanze c'è quella cartola di Nick Nolte alcolizzato e siccome non faceva un film decente da troppo, bella lì Nick, vieni qui e fatti abbracciare. Qua tutto ruota attorno ad un torneo di MMA, quella roba da malati di mente dove si menano alla vigliacca, botte all'orba, robe che una volta uno è stato cinque minuti buoni a prendere pugni in faccia ininterrottamente, con il sangue che schizzava dappertutto. Pesissimo. Provate ad immaginare di prendere pugni in faccia per cinque minuti, poi mi dite. Ero shockato. Spero in questo film non ci sia una scena con uno che prende pugni in faccia per cinque minuti perchè poi mi scende la catena. Per il resto son carico.



BONUS:

Questo è il trailer di Fight for your rights Revisited, dal nuovo album dei Beastie Boys, roba che non so come ha fatto l'internet a non essere ancora esploso in un tripudio di awesomeness.




Trailer internazionale in giapponese con parecchio materiale indito, vale tutto quello che avevo già scritto e anche di più! 

2 commenti:

  1. Dai ammetterai che Cagna alla povera Dunst è esagerato.. io l'ho sempre trovata una buona attrice. Poi ha fatto Marie Antoinette e per me basta e avanza.
    Cmq nel film di Von Trier c'è anche la Charlotte Gainsbourg.. imperdibile via.

    PS: ottima la citazione del Sergio di Boris.

    RispondiElimina
  2. Infatti un po' se l'è presa, non risponde più alle mie chiamate, mi sa che me la sono giocata male ;D
    Marie Antoinette mi piace parecchio ma non si può proprio dire che la bella Kirsten sia espressivissima eh! Poi beh, certo, c'è di molto peggio...

    RispondiElimina