domenica 17 aprile 2011

WEEK END TRAILER EXTRAVAGANZA #20

THE PERFECT HOST di Nick Tomway, 2011

Così a naso questo sembra un filmettino promettente. Il trailer inizia come la solita storia di home invasion da parte del solito criminale farabutto, poi c'è il solito twist con il padrone di casa che si rivela essere più farabutto del criminale farabutto, poi tutto impazzisce totalmente e prende una piega quasi surreale che mi garba parecchio. Non si riesce bene a inquadrare dove voglia andare a parare la faccenda ma sono abbastanza incuriosito per aver voglia di scoprirlo.




Dermot a te ti si vuole veramente un gran bene e sono contentissimo tu sia passato dietro la macchina da presa, bella Dermot dammi il cinque che sono anni che ti fai il mazzo e finalmente è arrivata l'ora di prenderti le tue soddisfazioni! Peccato il trailer di questa tua prima prima prova sia abbastanza scarichino. Certo c'è Mandy Moore che è pucciosissima, mamma mia che carina che è quando non canta quelle sue canzoni merdose ma per il resto boh. Probabilmente è colpa mia eh, io 'ste menate matrimoniali le digerisco proprio male e poi 'sto Kellan Luz cazz'è? Klingon? Ma coraggio Dermot, non buttarti giù, vedrai che la prossima volta andrà meglio. Dai. Dai. Dai.



Di Singleton mi pare d'aver visto solo il film d'esordio Boyz 'n the Hood, tipo millemila anni fa quand'ero un imberbe giovane di belle speranze, una storia ghetto di regaz che cercano di portarsela a casa nonostante le gang e altre faccende pese, poi non me lo son mai più cagato manco di striscio, chi lo sa perchè. Mi pare d'aver guardicchiato Shaft ma non me lo ricordo minimamente, cosa che in ogni caso non deporrebbe a favore del film. Quest'inutile e prolissa introduzione per dire che francamAnte del suo nuovo film me ne frega poco, senza contare che come protagonista c'è quel pezzo di legno di Taylor Lautner, uno che in un ruolo action è credibile quanto mio nonno morto. Poco importa se il resto del cast è pure bello carico, assieme a Alfred Molina, Sigourney Weaver, Maria Bello e Jason Isaacs c'è pure Denzel Whitaker, l'attore creato in laboratorio da Hollywood per fondere insieme le doti di Denzel Washington e Forrest Whitaker, giuro.




Ecco, niente di meglio di un film dove dei gorilla ci prendono a calci in culo, spero in maniera sanguinosa e dolorosissima come meritiamo, tutto per colpa del buon vecchio Jimbo. A parte la frase "we call it... The Cure", pronunciata da Jimbo himself, frase che un po' mi fa alzare il sopracciglio e che gli direi ma bafanculo Jimbo, non sembra nemmeno malaccio. Se non altro pare meglio di quella monnezza di Burton, non che la cosa faccia proprio testo, anche filmare scimmie che si tirano addosso a vicenda le proprie feci lo sarebbe stato, se poi ci mettete quel fiore di Freida Pinto e il grande ritorno di Andy Serkis nel ruolo delle scimmie, che ormai se non è coperto di pelo manco lo riconosco, il gioco è fatto!




Un film australiano dove Emily Browning, ripeto EMILY BROWNING, è una studentessa universitaria che comincia a lavorare in un club loschissimo e birichino dove deve impersonare la bella addormentata, un'esperienza un po' porca che prevede la sua totale sottomisione da parte di vecchi bavosi arrazzati come furetti. Beh, dove devo firmare per vederlo, tipo ADESSO? 




Un angelo (Megan Fox ti odio), soggiogato da un gangster senza scrupoli (Bill Murray, sigh), viene salvato da un trombettista male in arnese (Mickey Rourke, eh?), questa dovrebbe essere la trama. Ma che davèro? A parte avermi dato l'occasione di scrivere "male in arnese", occasione che aspettavo da una vita, questo Passion Play mi pare proprio una merdata senza senso e senza speranza. Spiace un bel po' per Murray e Rourke, quella stronza menosa della Fox, invece, se lo merita.




Trailer della nuova commedia di Will Ferrell, che, senza contare il fatto lui reciti in spagnolo, già una vittoria totale in termini di LULZ, sembra proprio una genialata. Poi ci sono anche Diego Luna e Gabriel Garcìa Bernal di nuovo insieme, sono quasi commosso.



BONUS:

Teaser di The Woman in Black, nuovo film di Watkins, il regaz di Eden Lake, che a parecchi ha fatto schifissimo ma a me invece è piaciuto, boh, sarà stata quella patatona inglesona di Kelly Reilly, che ne so, nonchè sceneggiatore del dignitosissimo sequel di uno dei miei horror prefe evah, The Descent: Part 2. Qua a parte le atmosfere gotiche che ci piacciono tanto e quella faccia da fesso di Harry Potter si vede poco altro ma a Watkins e a Harry gli si vuole un gran bene quindi si fa il tifo per loro.



Ennesimo trailer per Priest, film sul quale ho già scritto più di quanto avrei dovuto, in buona sostanza mi son già rotto le palle ancora prima di (non) averlo visto. Ma basta.


Ennesimo trailer per Cowboys & Aliens, film sul quale ho già scritto più di quanto avrei dovuto, in buona sostanza mi son già rotto le palle ancora prima di (non) averlo visto. Ma basta. (SPOILER: l'unica cosa che desta minimamente il mio interesse succede al minuto 2.11, tutto il resto è noia)



Succosa featurette per The Hobbit (e non cominciate a rompermi le palle con il vostro blah blah sì però Il Signore degli Anelli blah bla blah perchè tanto non v'ascolto) dove Peter Jackson va come di consueto in giro per i set a rompere le palle a tutti ficcando il naso ovunque. Bella Peter, ti vogliamo così.



Avete presente il bellissimo corto Mortal Kombat Rebirth? Quello che un annetto fa ci fece cascare a terra la mandibola? Beh in caso fosse stati in una camera iperbarica negli ultimi mesi, Warner Bros, in concomitanza con l'imminente uscita del nuovo MK, ha deciso di sparare nell'internet una web series composta da dieci episodi a cadenza settimanale, Mortal Kombat Legacy. Questo è il primo episodio e anche se le pizze in faccia sono abbastanza limitate, direi che Kevin Tancharoen, il deus ex machina dietro tutta la faccenda, ha decisamente del mestiere.

Nessun commento:

Posta un commento