domenica 23 ottobre 2011

WEEK END TRAILER EXTRAVAGANZA #35

THE DEVIL INSIDE di William Brent Bell, 2012

E' dal 1973 che ci provano ma ancora nessuno è riuscito a sfornare una perla che spodesti dal trono quel gran filmone de L'esorcista di Friedkin. Questa volta ci prova Bell ma mi sa tanto che non ce la fa, il trailer sembra The Rite meets Grave Encounters quindi non è che butti proprio benissimo, urla a caso, croci intagliate nella carne In the Mouth of Madness (seee ma magari!) style, contorsioni matte, gente che sgattaiola a destra e a manca; praticamente il manualetto standard del film di possessione. Mettiamoci poi che Bell è lo stesso di Stay Alive, il cerchio si chiude e la puzza di poverata è palpabile. 



PIRANHA 3DD di John Gulagher, 2012

Il film di Aja era stupidino ma divertente e m'è abbastanza piaciuto, questo sequel sembra totalmente pretestuoso e inutile ma se trashata dev'essere non mi viene in mente nessuno meglio di Gulagher, responsabile della trilogia di Feast (divertente il primo, decisamente stanchi, pur non facendo mancare trovate interessanti, gli altri due capitoli) per raddoppiare tette e sangue come promette il teaser. A me già la demenziale doppia D nel titolo fa ridere, spero solo che Rodriguez non se la prenda troppo... 


RED TAILS di Anthony Hemingway, 2012

Questo Red Tails è la storia dei piloti della Tuskegee Airman, regaz di colore a cui (guarda caso) è toccato smazzarsi la patata bollente di scortare i bombardieri in pieno giorno. Magari poi si rivela una porcata alla Pearl Harbour ma se vi piacciono i film di guerra pieni zeppi di duelli aerei tra Curtiss e Focke-Wulf questo sarà il vostro pane. Sul piano della spettacolarità nulla da eccepire, i soldi li ha sganciati Lucasfilm (alla prima produzione al di fuori delle saghe di Indiana Jones e Star Wars dal '94) che, si sa, da quel punto di vista è una garanzia e Hemingway è sì un regista prevalentemente televisivo ma in televisione ha avuto a che fare con tutte le nostre serie preferite a partire da The Wire, passando per Treme, Community, True Blood, per arrivare a Battlestar Galactica! Ah beh, poi qui c'è pure quella cartola di Brian Cranston.



CHRONICLE di Josh Trank, 2012

Ecco, questo sembra promettente. Lo so lo so, l'espediente del found footage ormai ha stancato, ma se usato bene può regalare delle perle, roba tipo, che ne so, [●REC] o Cloverfield (e non rompete le palle dicendo che il film di Reeves fa cacare perchè altrimenti vi faccio vedere The Fourth cazzo di Kind!) e qua sembrano succedere casini a catinelle. Tra l'altro la sceneggiatura è nientemeno che del figlio di John Landis, Max e magari mentre era lì a scrivere sul suo MacBook Air il papà passava dietro facendo finta di niente per controllare non facesse stronzate e dargli delle dritte, che ne sappiamo noi? Secondo me paga.



A VERY HAROLD & KUMAR 3D CHRISTMAS di Todd Strauss-Schulson, 2011

Non sono per niente una fan delle commedie, tantomeno di quelle demenziali, preferisco i drammoni pesi perchè sono una persona triste e inacidita dalla vita. Ci sono però delle eccezioni e questo film potrebbe rientarvi, l'atmosfera è epica ed esageratissima, il primo episodio della saga di Harold e Kumar non era male a patto d'esser visto in lingua originale (il secondo non me lo son cagato) e poi vabbè, ci sono Neil Patrick Harris e Patton Oswald, quindi una chance gliela si dà. Resta da chiedersi come verrà intitolato in italiano se mai arriverà da noi poveri pezzenti (il secondo capitolo non è arrivato manco in DTV), l'ipotesi più accreditata è un classico Road Trip 2: un Natale da... Sballo. Fisso. 


JIN LING SHI SAN CHAI (The flowers of war) di Zhang Yimou, 2011

Trailer del nuovo colossal di Zhang Yimou, a 'sto giro non un wuxia ma roba di guerra. Come si può evincere dalla presenza di Bale e Schneider è una coproduzione americana come se già nei blockbuster cinesi non ci fossero abbastanza strizzate d'occhio e ammiccamenti al mercato occidentale. Dal punto di vista produttivo però niente da eccepire, i production values son sotto gli occhi di tutti, sul lato trama invece ce se capisce non ce se capisce, io non c'ho capito un cazzo a parte che Bale fa il prete e ci sono delle puttane in ballo. Poi sì sa, i cinesi quando parlano dell'occupazione giapponese calcano poco la mano sulla propaganda, se cercate personaggi sfaccettati mi sa tanto non sarà questo il caso...



BLACK GOLD (Or noir) di Jean-Jaques Annaud, 2011

Quand'è partito il trailer ho gridato a pieni polmoni CAZZO RAZ DEGAN! Poi sono svenuto riverso sulla tastiera, un po' per lo shock, un po' per il debito d'ossigeno. Invece è Mark Strong, che Jean-Jaques mi pareva troppo sgamato per mettersi a lavorare con un povero come Degan che quello è già troppo che gli abbiano fatto fare quella gran stronzata di Mistero. Appianato questo misunderstanding con Jean-Jaques, posso dire che l'idea alla base del film è parecchio interessante, e a Tahar Rahim dopo quella bomba di Un prophète gli voglio benissimo, ma qua le possibilità venga fuori una mattonata indigesta sono veramente alte.



IN THE LAND OF BLOOD AND HONEY di Angelina Jolie, 2011

Angelina Jolie scrive e dirige una roba che proprio non c'ho voglia di vedere.


BONUS:

THE DESCENDANTS di Alexander Payne 2011

Secondo trailer per The Descendants, non molto diverso dal primo ma sticazzi, qui lo si aspetta lo stesso.



SHERLOCK HOLMES: A GAME OF SHADOWS di Guy Ritchie, 2011

Secondo trailer pure per il nuovo Sherlock Holmes, nessun cambiamento sostanziale, tanta bromance ed esplosioni in slomo, proprio ciò che ci aspettiamo!

Nessun commento:

Posta un commento