sabato 12 novembre 2011

WEEK END TRAILER EXTRAVAGANZA #38

JOURNEY 2: THE MYSTERIOUS ISLAND di Brad Peyton, 2012

Ma che davèro? Cazzo è, il set della Melevisione? Ma soprattuto, perchè Dwayne, perchè?



ONCE UPON A TIME IN ANATOLIA (Bir Zamanlar Anadolu'da) di Nuri Bilge Ceylan, 2011

Di Nuri Bilge Ceylan purtroppo non ho ancora visto nulla, questo però sembra una bella bombetta. Un bel drammone thrillerone con un'atmosfera nerissima proprio niente male. Vedendo il trailer, con la sua ambientazione periferica e agricola, c'è da chiedersi perché qui da noi sia così difficile fare film del genere. Poi  vedi che I soliti idioti sono in testa alle classifiche d'incasso e capisci.



A THOUSAND WORDS di Brian Robbins, 2012

Eddie Murphy non me lo cago da un bel pezzo, precisamente da Bowfinger, anno del signore 1999, che mi fece pure parecchio ridere. Di li in poi non so, non ci siamo più frequentati, un po' per colpa mia che sono antipatico e intrattabile ma principalmente per colpa sua che ha inanellato un titolo peggio dell'altro scaricando la propria carriera nel cesso. Vi dirò però, che nonostante la pretestuosità dell'assunto alla Jim Carrey (un altro che dopo Number 23 non mi fotte più), ed infatti lo sceneggiatore è lo stesso di Bruce Almighty, 'sto trailer non m'ha fatto schifissimo. Sono più incredulo io di voi, quasi schockato, ma potrebbe essere che A Thousand Words non sia una merda completa. Robbins poi non lo conosco ma, come si può ben vedere da questa meravigliosa foto sulla sua pagina dell'IMDb, non è certo uno che ha paura di nascondere il proprio ingombrante passato. Dai Eddie, faccela!  


SAFE di Boaz Yakin, 2012

Trailer del nuovo film di Jasone che, nonostante spesso scelga i copioni chiaramente con il culo, noi gli si vuole bene lo stesso perché ci ha una gran cartola. Qua siamo dalle parti di Codice Mercury, film che non ho visto, a Bruce Willis, causa le continue merdate inguardabili del quale s'era reso colpevole, avevo ai tempi tolto la fiducia, ma del quale conosco ahimè la trama. Robe di bambini autistici che non hanno nemmeno la decenza di essere Haley Joel Osment (che detto tra noi è invecchiato male male male) e nella loro testolina custodiscono numeri segreti. Qui al posto di un ragazzino c'è una ragazzina cinese ma il succo è quello. Jasone è il consueto superagente a cazzo durissimo che si trova in mezzo a svariati casini tra le triadi, la mafia russa, il governo e prende tutti a schiaffi creativi. Il livello di caciara è altissimo e secondo me può venir fuori un bel action sbarazzino come quelli dei bei tempi, ed un po' ci spero, perché i suoi due ultimi film non li ho visti - che mica ho tempo da perdere io! - ma ne ho letto gran male. Non vorrei ritrovarmi a togliergli la fiducia come a Bruce. Attento Jasone, hai le capacità ma non ti applichi abbastanza!


SNOW WHITE AND THE HUNTSMAN di Rupert Sanders, 2012

Sanders è il regista di svariati commercials di successo (alcuni veramente fighi, trovate tutto qui) e Hossein Amini ha curato anche lo screenplay di quella bomba che è Drive, questo in teoria dovrebbe bastarmi ma 'sto trailer non m'ha mica convinto a pieno. Cioè, figo eh, ci son trovate di sicuro effetto, due bellone,  quella specie di divinità di Charlize Theron e quella faccia da stronzetta di Kristen Stewart, ma anche un sacco di robe già viste e riviste, tipo i movimenti di macchina aerei anche BASTA! su gruppi di persone che camminano su colline verdeggianti (Grazie, Peter Jackson). L'effetto Sucker Punch, caciara a livello 11 ma totalmente random e fine a se stessa, è dietro l'angolo, quindi non so. Ho però il sospetto che lo scoprirò perché la mia morosa mi trascinerà per i piedi a vederlo. Sicuro.



GOON di Michael Dowse, 2011

Commedia ambientata nel mondo dell'hockey che se non siete canadesi (guarda caso regista e sceneggiatore lo sono entrambe) non ve ne può fottere di meno. A me, ad esempio, non me ne fotte niente. Nada. Niet. Zero. M'ha rotto le palle pure il trailer.



Nessun commento:

Posta un commento